Fabio Ferrucci

Fabio Ferrucci

Data di nascita 25 ottobre 1963
Luogo Mirano (VE)
Nomina 9 febbraio 2021
Disciplina Sociologia
Titolo Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione, Università del Molise

Principali premi, riconoscimenti e accademie
Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Università del Molise. Componente del Collegio di Dottorato di ricerca internazionale in “Social work Social Work and Personal Social Services”, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Componente del Comitato Scientifico del Centro di ricerca delle Aree Interne e gli Appennini, Università del Molise. Delegato del Rettore alla disabilità, alla condizione studentesca e al diritto allo studio, Università del Molise. Componente del Consiglio Direttivo della Conferenza Nazionale Universitaria dei Delegati dei Rettori per la Disabilità (CNUDD).
Ph.D. in Sociologia e politiche sociali, Università di Bologna (1994).
È stato Segretario della Sezione di Politica sociale dell’Associazione Italiana di Sociologia (2006-09). È tra i soci fondatori della Società Scientifica Italiana Sociologia, Cultura, Comunicazione (dal 2017). È componente di comitati editoriali di riviste e collane scientifiche.

Riassunto dell’attività scientifica
I principali temi di ricerca riguardano la sociologia della disabilità, la sociologia della famiglia e dell'infanzia, la sociologia della salute, le politiche sociali e il terzo settore. La sociologia della disabilità costituisce il principale ambito di studio, con particolare riferimento alle politiche di inclusione sociale in ambito lavorativo, di studio universitario e alle politiche per la vita indipendente. Attualmente, coordina progetti di ricerca con ricadute applicative che promuovano l'accessibilità fisica, sensoriale e cognitiva delle istituzioni culturali. Nel campo della sociologia della famiglia e dell'infanzia, ha studiato la cultura dell'infanzia e le concezioni dei diritti dell’infanzia di cui sono portatori gli attori del processo educativo (bambini, genitori e insegnanti). Inoltre si è occupato, anche in chiave comparative, delle politiche di contrasto alla povertà e di sostegno economico alle famiglie. Nel campo della sociologia della salute ha studioato in prospettiva socio-culturale la diffusione del virus dell'HIV nelle società occidentali, focalizzando l’attenzione sulla costruzione sociale della malattia, sulle culture del rischio nei diversi gruppi sociali e sulle strategie di educazione sanitaria per la prevenzione. La ricerca sul terzo settore ha riguardato le fondazioni sociali, con l'intento di evidenziare la cultura che contraddistingue alcune di queste forme organizzative come meccanismi generatori di fiducia e reciprocità. In particolare, , ha studiato a livello teorico ed empirico, l'emergere e lo sviluppo delle fondazioni di comunità in Italia e il ruolo che possono svolgere nella generazione e valorizzazione del capitale sociale nelle comunità locali.


Pubblicazioni principali
Libri: Cura dell’edizione italiana e Presentazione del volume di T. Shakespeare, Disabilità e società. Diritti, falsi miti, percezioni sociali (2017) [ed. or. Disability rights and wrongs revisited, Second edition]; Capitale sociale e partnership tra pubblico, privato e terzo settore. Il caso delle fondazioni comunitarie (2010); La disabilità come relazione sociale. Gli approcci sociologici tra natura e cultura (2004); Fondazioni bancarie e volontariato (1999); Vivere con l'AIDS. Introduzione all'analisi sociologica (1997); (con P. Donati), Verso una nuova cittadinanza della famiglia in Europa (1994). Articoli e capitoli di libri: L’esperienza didattica universitaria degli studenti con disabilità e con DSA, (2021); Les politiques d’insertion professionnelle pour les personnes en situation d’handicap en Italie : de l’emploi obligatoire à l’emploi ciblé (2020); Le handicap en tant que relation sociale : un nouveau paradigme sociologique pour les politiques d’inclusion (2020), The social and cultural integration of disabled people (2018); The enigma of social relations in after-modern society (2017); (con C. Tomassini e G. Pistacchio), Individui, famiglie e comunità. Quale future demografico per le aree interne? (2017); Welfare locale, dopo di noi e ciclo di vita familiare delle persone adulte con disabilità: una prospettiva sociologica, in “NonProfit”, 2-3, (2016); (con M. Cortini), Social representations and inclusive practices for disabled students in Italian higher education. A mixed-method analysis of multiple perspectives (2015); Disability and work inclusion in Italy: between unfulfilled promises and new disability culture, in “Modern Italy”, 19 (2), (2014); Famiglia e politiche sociali in Italia (2012); Partnership sociali e fondazioni di comunità in Lombardia. Due studi di caso: la sovvenzione globale CRES e il progetto “Intessere” (2010); Capire la differenza: culture della disabilità (2009); Lo sterminio dei disabili. Come e perché noi tracciamo i confini dell’umano, in «Quis ut Deus», n.1, (2009); «The fastest thing on no legs». Il caso Pistorius (2009); Cultura dell’infanzia e culture dei bambini. Identità e processi di socializzazione nella società contemporanea (2008); Differentiation of the Philanthropic Cultures in Italian Foundations (2008); La promozione del welfare societario a livello locale: il ruolo delle fondazioni comunitarie (2008); Come pensano (e agiscono) le fondazioni italiane? Morfogenesi e morfostasi delle culture filantropiche, in «Politiche sociali e servizi», anno IX, n. 1, (2007); (con G.M. Grasso, G.Ripabelli, M. Sammarco), Source of information, knowledge and sexual behavior related to HIV/AIDS among university students in an inland territory in central Italy, in «Italian Journal of Public Health», vol. 4, n. 1 (2007); (con F. Casas, A. Saporiti, M. Gonzales, C. Figuer, C. Rostan, M. sadurnì, C. Alsinet, M. Gusò, D. Grignoli, A. Mancini, M. Rago), Children’s Rights From the Point of View of Children, their Parents and their Teachers: A Comparative Study between Catalonia (Spain) and Molise (Italy), in «The International Journal of Children’s Rights», 14, (2006); Le fondazioni comunitarie in Italia/Die Burgerstiftungen in Italien (2006); (con S. Stanzani), La valorizzazione del capitale sociale nelle istituzioni di alta formazione: il caso dei collegi universitari italiani (2006); La disabilità: differenza e alterità tra natura e cultura (2006); Disabilità e politiche sociali. La prospettiva sociologica del paradigma relazionale (2005); (A. Saporiti, F. Casas, C. Alsinet, C. Figuer, M. Gonzales, M. Gusò, C. Rostan, M. Sadurnì, D. Grignoli, A. Mancini, M. Rago) Tres mirades a los derechos de la infancia. Estudio comparativo entre Cataluña (España) y Molise (Italia) (2005); (con A. Saporiti, F. Casas, D. Grignoli, A. Mancini, M. Rago, C. Alsinet, C. Figuer, M. Gonzales, M. Gusò, C. Rostan, M. Sadurnì) Children’s Views On Children’s Rights. A Comparative Study in Catalonia (Spain) and Molise (Italy), in «Sociological Studies of Children and Youth», vol. 10, (2005); (con S. Stanzani), Le fondazioni sociali (2004); Le nuove generazioni tra inclusione ed esclusione sociale. Prospettive sociologiche di analisi e di intervento (2004); Le community foundations in Italia: esperienze e prospettive (2001); Gli orientamenti delle politiche familiari in Italia alla fine degli anni ‘90, in «Sociologia e politiche sociali» (1998); Approccio sociologico alla trasmissione del virus HIV (1998); Le fondazioni bancarie (1996); Politica sociale, povertà e precarietà sociale: il reddito minimo garantito (1993); Le proposte di legge sul reddito minimo garantito in Italia: una prima valutazione (1992).

 

Indirizzo professionale

Università del Molise
Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione
Via F. De Sanctis, snc
86100 Campobasso

Relazioni

The Social and Cultural Integration of Disabled People

Fabio Ferrucci[1] «To live with, does not mean to do good with generosity, but to recognize that... Continua

©2012-2017 Pontificia Accademia delle Scienze Sociali

 

Share Mail Twitter Facebook